Terremoto in Centro Italia

Carissimi Presidenti,
durante la riunione del Consiglio del 9 settembre u.s., i presenti, dopo aver commemorati i morti dell’ultimo terremoto in Abruzzo, hanno deliberato di seguire l’iter già precedentemente intrapreso, in occasione dei terremoti dell’Aquila e dell’Emilia Romagna.

Il Consiglio ha pertanto deliberato di promuovere una raccolta di fondi a favore delle comunità colpite dall’ultimo cataclisma.

Anche in questa occasione, purtroppo la terza in un breve lasso di tempo, il Consiglio Federale da me presieduto ha ritenuto corretto, e da tutti condiviso, procedere nello stesso modo.
Non vorrei che pensaste che una situazione del genere si stia verificando troppo di frequente e che pertanto la stessa possa determinare un’abitudine che, come tale, tende a passare nel dimenticatoio. 

 Per l’Italia, anche se sofferente ormai da anni per tali cataclismi, la situazione non può rientrare nell’abitudine. E’ vero che il suolo italiano si trova in una situazione in cui simili cataclismi possono essere assai frequenti, ma, proprio per questo, è bene che tutti noi aiutiamo coloro che stanno soffrendo per l’accaduto, ma nello stesso tempo, tutti quanti dobbiamo darci da fare per evitare di abitare edifici come quelli terremotati.

Raccogliamo fondi, distribuiamoli e, ciascuno di noi, per quanto può fare, veda di sensibilizzare nel pubblico e nel privato la necessità di adattare o costruire edifici che reggano a tali terremoti.
Vi prego di provvedere immediatamente , poiché le lungaggini cui siamo abituati portano ai non risultati. A Natale chiuderemo la raccolta.

Le donazioni potranno essere versate al Conto Corrente numero: 92210; intestato a:
AUTOMOTOCLUB STORICO ITALIANO A.S.I.; IBAN IT88 X030 4801 0000 0000 0092 210

Mi affido alla vostra generosità, confermando che ASI raddoppierà i fondi così ottenuti.

Torino , 03.10.2016
Il Presidente ASI
 Avv. Roberto Loi