Fiva WORLD RALLY – tutte le novità ed i comunicati stampa

COMUNCATO STAMPA DI CHIUSURA


COMUNICATO DI CHIUSURA


Conclusa a Stresa la galoppata attraverso l’Italia di 116 auto storiche – 1700 km. in sette tappe toccando 9 regioni


Si è concluso sabato 26 settembre a Stresa il World Rally FIVA per auto storiche, organizzato dall’ASI Automotoclub Storico Italiano, che era iniziato a Torino il 18 settembre.


Alla partenza dal Castello del Valentino 116 auto, provenienti da 14 paesi anche extraeuropei, convenute per effettuare la rievocazione, sullo stesso percorso, di quel primo e unico Giro d’Italia Automobilistico, svoltosi nel 1901, che aveva visto 32 coraggiosi avventurarsi sulle cosiddette strade di allora.


Quella manifestazione dimostrò, grazie al suo successo, la validità di un mezzo, l’Automobile, che per la maggioranza del pubblico del tempo non presentava ne utilità, ne futuro.


Gli equipaggi di oggi hanno percorso le strade del nostro Paese a bordo di veicoli che risalivano anche ai primi anni ’20 del secolo scorso, che hanno dimostrato grande affidabilità sui 1704 km. del raid.


All’arrivo a Stresa, solo tre vetture mancavano all’appello, un ottimo risultato a dimostrazione della loro qualità e della serietà con la quale i piloti avevano le avevano preparate.


Il percorso ha toccato città quali Asti, Alessandria, Genova, Pisa, Siena, Roma,Perugia Rimini,Verona per terminare a Stresa, la perla del Verbano.


Lungo il percorso si sono attraversati luoghi turisticamente molto attraenti quali Lerici,Viareggio Lucca, Montecatini, Narni, Gubbio, la Gola del Furlo, la Costiera Romagnola, Imola, Villafranca di Verona, il Lago di Garda ecc.


Durante tutto il Giro le auto storiche sono state fatte segno a dimostrazioni di simpatia da parte delle persone lungo il percorso.


Durante le soste sulle belle piazze d’Italia hanno attirato l’interesse non solo degli appassionati che hanno scattato migliaia di foto.


La presenza di oltre 50 equipaggi stranieri ha fatto si che l’ASI, anche in questa occasione, abbia svolto un’importante funzione di promozione del territorio e della cultura del nostro Paese; diversi piloti hanno espresso infatti il desiderio di tornare nelle zone visitate e anche le varie specialità enogastronomiche delle varie regioni hanno costituito motivo di successo della manifestazione.


La prossima edizione del World Rally FIVA si svolgerà nel 2010 in Belgio.*************


COMUNICATO STAMPA 6


FIVA WORLD RALLY 2009

Torino – Roma – Stresa 18 -26 settembre

120 auto d’epoca, da tutto il mondo, in un Giro d’Italia che rievoca quello mitico del 1901

Sono 120 le auto d’epoca che stanno convergendo da tutta Europa e non solo, su Torino, dove venerdì 18, dalle alle 10.00 alle 17.00, nel cortile del Castello del Valentino, si svolgeranno le operazioni di registrazione di questi autentici pezzi di storia, che dalla Capitale italiana dell’auto, inizieranno un raid di 1700 km attraverso quasi tutta l’Italia.

Si tratta del World Rally FIVA – Fédération Internationale des Véhicules Anciens – che ha dato incarico all’ASI – Automotoclub Storico Italiano – di organizzare questo che è il più importante evento europeo del settore.

L’ ASI, la Federazione italiana, che raggruppa 245 Club e conta 131.000 tesserati, si è ispirata per questo Rally a quel primo Giro d’Italia Automobilistico svoltosi nel 1901, con partenza da Torino che vide cimentarsi i nomi più celebri dell’industria, tra i quali Giovanni Agnelli, della finanza e del bel mondo.

Un po’ di storia di quel primo Giro


Quel Giro disputato dal 27 aprile al 13 maggio 1901 con 32 auto alla partenza da Torino e 27 all’arrivo a Milano, dimostrò che l’automobile non era un giocattolo per ricchi, ma un mezzo che poteva garantire la mobilità, anche su lunghe distanze.


Il Giro fu una vera e propria sfida, il passaggio a Roma avvenne alla presenza del Re Vittorio Emanuele III° dopo 790,2 km. e l’arrivo a Milano, dopo un percorso di 1.633,9 km. sulle tremende strade di allora.

Mesi prima, quando si preparava il Giro, Giovanni Agnelli aveva capito, che se il raid fosse stato un successo, avrebbe svolto un’importante azione promozionale per l’automobile e infatti accompagnato da Felice Nazzaro, partì il 25 gennaio! a bordo di uno spider da viaggio 8HP, per provare il precorso e anche l’auto……. Riuscì nell’intento in soli 10 giorni, infatti il 3 febbraio giunse a Milano. Poté redigere un vero “radar”, che forniva notizie precise sullo stato delle strade, documento che si rivelò utilissimo a organizzatori e piloti.


Alla partenza vetture di quasi tutte le Marche europee, Fiat in primis, Panhard, Ceirano, Peugeot, Rosselli, Mors, Renault, Benz, Delahaye, Marchand, Daimler, De Dion, Isotta Fraschini e Darracq.

L’edizione 2009 del Rally FIVA, che rievoca quell’evento, sarà invece concentrata in nove giorni, ma lo spirito che animerà i partecipanti sarà lo stesso, essere protagonisti di un’avventura, al volante delle dirette discendenti di quelle auto.


Si toccheranno alcune tra le più belle città d’Italia – portando a contatto del pubblico, la cultura insita nelle auto storiche, ognuna dei quali ha scritto pagine importanti nella storia della tecnologia e dello stile. Queste auto hanno contribuito in modo decisivo all’ evoluzione economica e sociale del mondo, grazie alla mobilità che hanno consentito ai singoli.

Massiccia la partecipazione di equipaggi stranieri, gli italiani infatti rappresentano poco più di un terzo degli iscritti. Sono rappresentanti quasi tutti i Paesi Europei: Germania 21, Belgio 3, Lussemburgo 2, Irlanda 1, Spagna 4, Danimarca 4, Monaco 1, Svizzera 3, Portogallo 2, Svezia 1, Francia 8 e Grecia 2 e tra i paesi extraeuropei Giappone 1 e un gruppo di 11 collezionisti Cileni con auto americane piuttosto rare.

Le auto iscritte, per più di un terzo risultano costruite prima della II° Guerra Mondiale. Si va da una Rolls Royce del 1923 ad una Alfa Romeo 6C 2500 Coloniale Torpedo Militare del 1942.


Tra queste spiccano Lancia Dilambda e Lambda ,Opel 8/40, Alfa Romeo 1750, Talbot T120, Horch 853, Lagonda LG45, Ford A, Alvis Speed 25, BMW 327, AC Acedes.


Notevole anche la presenza di Marche quali Renault, Cadillac, Hudson, Bentley, Chrysler, Jaguar, e Fiat.

Anche le auto del dopoguerra sono molto rappresentative. Saranno presenti Mercedes, Porsche, Morgan, Borgward, MG, Peugeot, Chevrolet, Triumph, Maserati, Daimler, Citroen, Sunbeam e Ferrari per un totale di ben 31 Marche.

Vista la lunghezza del tracciato che misura 1750 km e il trasferimento per raggiungere Torino, sede della partenza, i collezionisti hanno lasciato a casa le “vecchissime” che male avrebbero sopportato il tragitto e rallentato la carovana.


Nella selezione che è stata operata, si è cercato di dare rappresentanza al maggior numero possibile di marche e modelli, evitando i “doppioni”, creando così un vero e proprio Museo viaggiante.

Ancora una volta l’ ASI viene chiamato ad organizzare un’importante manifestazione internazionale, quale è il FIVA World Rally, la Federazione italiana adempie così ad un duplice compito istituzionale, quello della conservazione del patrimonio motoristico e quello di promuovere, nei confronti dei molti partecipanti stranieri, una migliore conoscenza del patrimonio artistico e culturale del nostro Paese.

Ecco le tappe e i momenti più caratterizzanti di quello che si può definire un vero “viaggio in Italia” come era d’uso fare nei secoli scorsi, da parte d’ intellettuali, scienziati e poeti.

18 settembre


Torino: accreditamento, sosta e partenza dal Castello del Valentino, uno dei monumenti più caratteristici della città e cena di benvenuto Lancia, nel prestigioso Palazzo Madama.


Il giro turistico e parte dei trasferimenti, si svolgeranno a bordo di tram storici.

19 settembre:


Torino, Alessandria, Genova, La Spezia.


Rinfresco ad Alessandria


Genova: sosta e pranzo preso il Museo del Mare, un luogo magico della “nuova” Superba


La Spezia: giro in battello del Golfo dei Poeti , Portovenere e Lerici.

20 settembre:


La Spezia, Pisa, Montecatini Terme, Siena.


Pisa: aperitivo in Piazza dei Miracoli


Montecatini Terme: pranzo al famoso ristorante le Panteraie


Siena: cena nella Fortezza Medicea, sede dell’Enoteca Italiana

21 settembre:


Siena, Grosseto, Argentario, Montalto di Castro, Roma


Grosseto: presso l’aeroporto militare “Corrado Beccarini” esibizione della Pattuglia Acrobatica della nostra Aeronautica Militare, le famose “Frecce Tricolori”

22 settembre:


Roma visita della Città Eterna


presso la Caserma Corpo dei Carabinieri “Salvo d’Acquisto” – Carosello dei Carabinieri


e cena nella prestigiosa Caserma.

23 settembre


Roma, Narni, San Gemini, San Venanzio, Perugia.


Visita di Narni , San Gemini, Todi e San Venanzio.


Perugia, con cena presso il Monastero di Santa Giuliana

24 settembre


Perugia, Acqualagna, Fossombrone, Rimini.


Acqualagna pranzo al famoso Passo del Furlo


Rimini pernottamento presso il Grand Hotel di Felliniana memoria.


La sera incontro con grandi piloti del passato, italiani e stranieri.

25 settembre


Rimini, Bologna, Cento, Villafranca di Verona.


Pranzo a Cento


Villafranca di Verona, visita e cena presso il famoso Museo Nicolis, una delle più importanti collezioni private europee di veicoli a motore.

26 settembre


Villafranca di Verona, Verona, Crema, Lodi, Stresa.


Verona sosta in Piazza Bra accanto all’Arena.


Trasferimento attraverso la Pianura Padana, con sosta pranzo nei pressi di Lodi e arrivo a Stresa, la perla del Lago Maggiore – Hotel Regina Palace.


Torino 16 settembre 2009 **********************************


COMUNICATO STAMPA 5FIVA WORLD RALLY 2009Un raduno di auto storiche, che è un vero “Viaggio in Italia”18 – 26 settembre

Il FIVA WORLD RALLY, organizzato dall’ASI – Automotoclub Storico Italiano – che si svolgerà dal 18 al 26 settembre, ripercorrerà le strade di quel primo Giro d’Italia Automobilistico del 1901, che aprì gli occhi al mondo intero, sul fatto che l’auto non era un giocattolo per ricchi, ma rappresentava un reale, nuovo mezzo di trasporto.

I partecipanti di oggi, si tratta di 120 equipaggi dei quali 80 stranieri, avranno occasione di ammirare un bel pezzo d’Italia, di visitare alcune tra le più belle città del nostro Paese e di presenziare ad alcuni eventi, che certo non dimenticheranno.

Ecco i momenti più caratterizzanti di quello che si può definire un vero “viaggio in Italia” come era d’uso fare nei secoli scorsi, da parte d’ intellettuali, scienziati e poeti.


18 e 19 settembre


Torino: accreditamento, sosta e partenza dal Castello del Valentino, uno dei monumenti più caratteristici della città e cena di benvenuto Lancia, nel prestigioso Palazzo Madama.


Il giro turistico e parte dei trasferimenti, si svolgeranno a bordo di tram storici.


19 settembre:


Genova: sosta e pranzo preso il Museo del Mare, un luogo magico della “nuova” Superba


La Spezia: giro in battello del Golfo dei Poeti , Portovenere e Lerici.


20 settembre:


Pisa: aperitivo in Piazza dei Miracoli


Montecatini Terme: pranzo al famoso ristorante le Panteraie


Siena: cena nella Fortezza Medicea, sede dell’Enoteca Italiana


21 settembre:


Grosseto: presso l’aeroporto militare “Corrado Beccarini” esibizione della Pattuglia Acrobatica della nostra Aeronautica Militare, le famose “Frecce Tricolori”


22 settembre:


Roma visita della Città Eterna


presso la Caserma Corpo dei Carabinieri “Salvo d’Acquisto” – Carosello dei Carabinieri


e cena nella prestigiosa Caserma.


23 settembre


Visita di Narni , San Gemini, Todi e San Venanzio.


Perugia, con cena presso il Monastero di Santa Giuliana


24 settembre


Acqualagna pranzo al famoso Passo del Furlo


Rimini pernottamento presso il Grand Hotel di Felliniana memoria.


La sera incontro con grandi piloti del passato, italiani e stranieri.


25 settembre


Pranzo a Cento


Villafranca di Verona, visita e cena presso il famoso Museo Nicolis, una delle più importanti collezioni private europee di veicoli a motore.


26 settembre


Verona sosta in Piazza Bra accanto all’Arena.


Trasferimento attraverso la Pianura Padana, con sosta pranzo nei pressi di Lodi e arrivo a Stresa, la perla del Lago Maggiore – Hotel Regina Palace.

Un programma ricco e impegnativo per uomini e mezzi, come si diceva, infatti alla fine saranno di 1.750 i chilometri percorsi, più di una Mille Miglia. Ai quali aggiungere quelli per raggiungere le rispettive sedi.

L’ASI che su incarico della FIVA- Fédération Internationale des Véhicules Anciens – ha organizzato il Rally assolvendo così al suo duplice compito, quello della conservazione e promozione dei veicoli storici e quello di promuovere la diffusione, della conoscenza delle bellezze artistiche, paesaggistiche, culturali e perché no dell’enogastronomia del nostro Paese.

Torino: 7 settembre 2009 Comunicato N° 25 – 09

COMUNICATO STAMPA 4


Si è completato il campo degli iscritti al Fiva World Rally 2009, che dal 18 al 26 settembre vedrà collezionisti di tutto il mondo, ripercorrere le strade toccate dal 1° Giro Automobilistico d’Italia disputato dal 27 aprile al 13 maggio 1901 con 32 auto alla partenza da Torino e 27 all’arrivo a Milano.

Massiccia la partecipazione di equipaggi stranieri, gli italiani infatti rappresentano poco più di un terzo degli iscritti. Sono rappresentanti quasi tutti i Paesi Europei: Germania, Belgio, Lussemburgo, Irlanda, Spagna, Danimarca, Monaco, Svizzera, Portogallo, Svezia, Francia, Spagna e Grecia e tra i paesi extraeuropei Giappone e un gruppo di 11 collezionisti Cileni con auto americane piuttosto rare.

Le auto iscritte, per più di un terzo risultano costruite prima della II° Guerra Mondiale. Si va da una Rolls Royce del 1923 ad una Alfa Romeo 6C 2500 Coloniale Torpedo Militare del 1942.


Tra queste spiccano Lancia Dilambda e Lambda ,Opel 8/40, Alfa Romeo 1750, Talbot T120, Horch 853, Lagonda LG45, Ford A, Alvis Speed 25, BMW 327, AC Acedes.


Notevole anche la presenza di Marche quali Renault, Cadillac, Hudson, Bentley, Chrysler, Jaguar, e Fiat.

Anche le auto del dopoguerra sono molto rappresentative. Saranno presenti Mercedes, Porsche, Morgan, Borgward, MG, Peugeot, Chevrolet, Triumph, Maserati, Daimler, Citroen, Sunbeam e Ferrari per un totale di ben 31 Marche.

Vista la lunghezza del tracciato che misura 1604 km e il trasferimento per raggiungere Torino, sede della partenza, i collezionisti hanno lasciato a casa le “vecchissime” che male avrebbero sopportato il tragitto e rallentato la carovana, che porterà i piloti ad ammirare molte tra le più belle località del nostro Paese.


Nella selezione che è stata operata, si è cercato di dare rappresentanza al maggior numero possibile di marche e modelli, evitando i “doppioni”, creando così un vero e proprio Museo viaggiante.

Ancora una volta, l’ ASI – Automotoclub Storico Italiano – è stata incaricata di organizzare un’importante manifestazione internazionale, quale il FIVA World Rally.


La Federazione Italiana adempie così al suo compito istituzionale, quello della conservazione del patrimonio motoristico e quello di promuovere, una migliore conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano.

Oggi l’ASI conta oltre 131.000 iscritti con un parco di auto e moto storiche che supera le 280.000 unità, delle quali 45.000 risultano omologate. Grazie alla politica di attenzione nella concessione degli attestati di effettiva storicità, il parco automotoristico d’epoca italiano si caratterizza per un elevatissimo livello qualitativo.


Il programma del Rally :

Venerdì 18 Arrivo dei Partecipanti a Torino, operazioni di accredito e cena di benvenuto


Sabato 19Torino – Alessandria – Genova – La Spezia


Domenica 20 La Spezia – Pisa – Montecatini T. – Siena


Lunedì 21 Siena – Grosseto – Argentario – Montalto di Castro – Roma


Martedì 22 Roma Mercoledì 23 Roma – Narni – San Gemini – San Venanzio – Perugia


Giovedì 24 Perugia – Acqualagna – Fossombrone – Rimini


Venerdì 25 Rimini – Bologna – Cento – Verona


Sabato 26 Verona – Crema – Lodi – Stresa



Torino: 31 agosto 2009 Comunicato N° 24 -09



COMUNICATO STAMPA 3

Sono già più di 100 gli iscritti al Fiva World Rally 2009, che dal 18 al 26 settembre vedrà collezionisti di tutto il mondo, percorrere le stesse strade di quel 1° Giro Automobilistico d’Italia disputato dal 27 aprile al 13 maggio 1901 con 32 auto alla partenza da Torino e 27 all’arrivo a Milano.

Saranno presenti rappresentanti di quasi tutti i Paesi Europei: Germania, Belgio, Lussemburgo, Irlanda, Spagna, Danimarca, Monaco, Svizzera, Portogallo, Francia, Grecia e tra i paesi extraeuropei Giappone e un gruppo di 11 collezionisti Cileni con auto americane piuttosto rare.

Le auto iscritte, per oltre un terzo risultano costruite prima della II° Guerra Mondiale, si va da una Rolls Royce del 1923 ad una Lancia Aprilia Cabriolet del 1940.


Tra queste spiccano Lancia Lambda , Alfa Romeo 1750, Talbot T120, Horch 853, Lagonda M45, Ford A Phaeton. Notevole anche la presenza di Marche quali Renault, Cadillac, Hudson, Opel, Bentley, Chrysler, Jaguar, AC, Alvis e BMW.

Anche le auto del dopoguerra sono molto interessanti, saranno presenti Mercedes, Porsche, Morgan, Borgward, MG, Peugeot, Chevrolet, Triumph, Maserati, Daimler, Sunbeam e Ferrari.


Vista la lunghezza del tracciato che misura 1604 km e il trasferimento per raggiungere Torino, sede della partenza, i collezionisti hanno lasciato a casa le “vecchissime” che male avrebbero sopportato il tragitto e rallentato la carovana, che porterà questi piloti ad ammirare molte tra le più belle località del nostro Paese.


Nella selezione che è stata operata e che sarà completata entro il 15 luglio, si è cercato di dare rappresentanza a marche e modelli, evitando i “doppioni”, creando così un vero Museo viaggiante.

Ancora una volta, l’ ASI è stata incaricata di organizzare un’importante manifestazione internazionale, quale è il FIVA World Rally; la nostra Federazione adempie così ad un duplice compito istituzionale, quello della conservazione del patrimonio motoristico e quello di promuovere, nei confronti dei molti partecipanti stranieri, una migliore conoscenza del patrimonio artistico e culturale italiano.

Torino: 25 giugno 2009 Comunicato N° 20 -09


COMUNICATO STAMPA 2

L’ASI – Automotoclub Storico Italiano – la Federazione che raggruppa 242 Club di collezionisti di veicoli e che conta oltre 130.000 tesserati, organizza, su delega della FIVA – Fédération Internationale des Véhicules Anciens – il World Rally, che quest’anno ripercorrerà le strade del 1° Giro Automobilistico d’Italia del 1901.

Quel Giro d’Italia vide alla partenza nomi illustri dell’industria e della finanza, tra questi spiccava Giovanni Agnelli. Erano alla partenza, Vincenzo e Antonio Fraschini, Biscaretti, Bricherasio, Brunetta d’Usseux, Rosselli, con al via anche 5 concorrenti stranieri.

Mesi prima, quando si preparava il Giro, Giovanni Agnelli aveva capito che se il raid fosse stato un successo, avrebbe svolto un’importante azione promozionale per l’automobile e infatti accompagnato da Felice Nazzaro, partì il 25 gennaio! a bordo di uno spider da viaggio 8HP, per provare il precorso e anche l’auto……. Riuscì nell’intento in soli 10 giorni, infatti il 3 febbraio giunse a Milano. Poté redigere un vero “radar”, che forniva notizie precise sullo stato delle strade, documento che si rivelò utilissimo a organizzatori e piloti.


Alla partenza vetture di quasi tutte le Marche europee Fiat in primis, Panhard, Ceirano, Peugeot, Rosselli, Mors, Renault, Benz, Delahaye, Marchand, Daimler, De Dion, Isotta Fraschini e Darracq.

Quel Giro fu una vera e propria sfida, che si svolse dal 27 aprile, con la partenza da Torino di 32 auto, il passaggio a Roma alla presenza del Re Vittorio Emanuele III° dopo 790,2 km. e l’arrivo di ben 27 vetture a Milano, il 13 maggio, dopo un percorso di 1.633,9 km. sulle tremende strade di allora.

L’edizione 2009 del Rally FIVA, che rievoca quell’evento, sarà invece concentrata in nove giorni, ma lo spirito che animerà i partecipanti sarà lo stesso, essere protagonisti di un’avventura, al volante delle dirette discendenti di quelle auto.


Si toccheranno alcune tra le più belle città d’Italia percorrendo 1.604 km – una Mille Miglia – e portando a contatto del pubblico, la cultura insita nelle auto storiche, ognuna dei quali ha scritto pagine importanti nella storia, nella tecnologia e nello stile. Queste auto hanno contribuito in modo decisivo all’ evoluzione economica e sociale del mondo, grazie alla mobilità che hanno consentito ai singoli.

Sono già numerose le iscrizione che sono pervenute all’ASI, con una importante presenza di collezionisti stranieri, non solo europei. Il numero massimo di partecipanti è fissato in 120 e certo la Commissione giudicante, avrà un difficile compito nella scelta delle vetture ammesse, alfine di garantire una rappresentatività di Marche e modelli, che andranno a creare un vero salone viaggiante dell’auto d’epoca.

In occasione del FIVA WORLD RALLY, alla partenza ci saranno dunque le auto che hanno fatto la storia dell’automobilismo mondiale, nell’anno in cui si festeggia il Centenario della Bugatti, con il pensiero al 2010, che segnerà i 100 anni di fondazione dell’Alfa Romeo.

Ancora una volta l’ ASI viene chiamato ad organizzare un’importante manifestazione internazionale, quale è il FIVA World Rally, la Federazione adempie così ad un duplice compito istituzionale, quello della conservazione del patrimonio motoristico e quello di promuovere, nei confronti dei molti partecipanti stranieri, una migliore conoscenza del patrimonio artistico e culturale del nostro Paese.

Per informazioni www.asifed.it tel +39/011/8399537

Torino, 28 aprile 2009 Comunicato N° 14- 09



COMUNICATO STAMPA 1

L’ASI organizza in Italia la più importante manifestazione europea per auto d’epoca

18 – 26 settembre

L’ASI – Automotoclub Storico Italiano – la Federazione che raggruppa 242 Club di collezionisti di veicoli e che conta circa 130.000 tesserati, organizza, su delega della FIVA – Fédération Internationale des Véhicules Anciens – il Rally Mondiale, che quest’anno ripercorrerà le strade del 1° Giro Automobilistico d’Italia del 1901.

Quel Giro fu una vera e propria sfida, che si svolse dal 27 aprile, con partenza da Torino di 32 auto, passaggio a Roma alla presenza del Re Vittorio Emanuele III° dopo 790,2 km., e arrivo di 27 auto a Milano, il 13 maggio, dopo un percorso di ben 1.633,9 km. sulle tremende strade di allora.

Il Giro d’Italia svolse un’efficace azione di propaganda in favore dell’automobile, dimostrando come il mezzo a quattro ruote, fosse in grado di percorrere lunghi tragitti e costituisse di conseguenza un valido mezzo di trasporto.


Tra i nomi dei partecipanti spiccava quello di Giovanni Agnelli, ma tutti i più famosi personaggi del mondo automobilistico erano presenti, Fraschini, Biscaretti, Bricherasio, Brunetta d’Usseux, Rosselli, con la presenza di 4 concorrenti stranieri.

L’edizione 2009 del Rally FIVA, che rievoca quell’evento, sarà concentrata in nove giorni, ma lo spirito che animerà i partecipanti sarà lo stesso, essere parte di un’avventura, alla guida delle figlie e delle nipoti di quelle auto, portando a contatto del pubblico, nelle più belle città d’Italia, la cultura insita in questi veicoli, ognuno dei quali ha scritto pagine importanti nella storia, nella tecnologia e nello stile. Queste auto infatti hanno segnato l’ evoluzione economica e sociale, grazie alla mobilità che hanno offerto a tutti noi.

Sono attesi, come sempre in occasione dei Rally FIVA, equipaggi da tutt’ Europa e non solo: alla partenza ci saranno le auto che hanno fatto la storia dell’automobilismo mondiale, nell’anno in cui si festeggia il Centenario della Bugatti, con il pensiero al 2010 che segnerà i 100 anni dell’Alfa Romeo.

Ancora una volta l’ ASI viene chiamato ad organizzare una manifestazione importante, quale è il Rally FIVA, la Federazione adempie così ad un duplice compito istituzionale, quello della conservazione del patrimonio motoristico e quello di essere vettore di cultura, promuovendo in quest’occasione, nei confronti dei molti partecipanti stranieri, una migliore conoscenza del patrimonio artistico del nostro Paese.

Per informazioni www.asifed.it tel +39/011/8399537

Torino, 22 gennaio 2009 Comunicato N° 2- 09



Scarica:


LOCANDINAPROGRAMMA PROGRAM SCHEDA D’ISCRIZIONE FICHE D’INSCRIPTION REGISTRATION FORM ANMELDUNG INCRIPCION REGOLAMENTO ELENCO PARTECIPANTI PARKING FOR TRAILERS/PARCHEGGIO PER CARRELLIFOTOGRAFIE

Leave a Comment