“La Leggenda di Bassano”, lo spettacolo può iniziare.

Le più belle auto della storia stanno già scaldando i motori: dal 22 al 25 giugno 2017 andrà in scena La Leggenda di Bassano – Trofeo Giannino Marzotto, gara di regolarità unica nel suo genere perché riservata esclusivamente a vetture Sport-Barchetta costruite fino al 1960, inserita nel calendario internazionale FIVA e ASI. “Stiamo definendo gli ultimi dettagli per far sì che anche questa edizione sia indimenticabile per chi parteciperà e per chi vi assisterà – commenta Stefano Chiminelli, Presidente del Circolo Veneto Automoto d’Epoca ‘Giannino Marzotto’ -. Abbiamo iscrizioni ben oltre le aspettative da tutto il mondo con auto da sogno e di valore storico inestimabile”. Tra tutte vanno menzionate una Ferrari 250 Testa Rossa 12 cilindri del 1958, inconfondibile nella sua livrea nera con bocca rossa, proveniente dall’Inghilterra, è di certo la più costosa auto Sport-Barchetta al mondo. Sarà presente anche l’Alfa Romeo RL Targa Florio del 1924, Proveniente da Boston (USA), unica superstite dei quattro esemplari costruiti. Anche quest’anno ha confermato la sua presenza il due volte campione del mondo di rally Miki Biasione e sarà presente anche il Conte Paolo Marzotto, Presidente del Comitato d’Onore della manifestazione. Dopo le verifiche sportive e tecniche del 22 giugno, la partenza del primo concorrente avverrà il 23 giugno alle 12,30 come ogni anno La prima tappa con partenza il 23 giugno alle 12.30 da villa Cà Cornaro a Romano d’Ezzelino, alle porte di Bassano del Grappa (VI).percorrerà la Val Brenta e la Valsugana per poi toccare Baselga di Pinè e Lavis, salire al Passo Mendola e scendere a Merano. A partire dalle 17 le auto sfileranno lungo i portici e in Corso della Libertà e alla sera cena di gala per tutti i concorrenti nel castello di Trauitmansdorff, famoso in tutto il mondo per i suoi meravigliosi giardini botanici. Alle 8,30 del 24 giugno scatterà da Merano la seconda tappa: la carovana toccherà in successione il Passo San Genesio, Bolzano, Sarentino, il Passo di Pennes, Vipiteno, Bressanone, Plancios e il Passo delle Erbe dominato dal massiccio dolomitico del Sass de Putia, Corvara, Passo Campolongo, Passo Pordoi, il lago di Carezza, Obereggen e il Passo di Pampeago (aperto al transito per l’occasione) ai piedi del maestoso massiccio del Latemar. Un percorso durissimo, che si concluderà a Cavalese. Il 25 giugno si partirà alle 8,30 da Cavalese per raggiungere Caldonazzo e salire sull’Altopiano dei Sette Comuni lungo la panoramica Kaiserstrasse, costruita durante la Prima Guerra Mondiale. Si attraverserà tutto l’Altopiano fino ad Asiago per poi tornare in pianura e raggiungere Bassano del Grappa per il gran finale in Piazza Libertà, il salotto della città dove le vetture in gara si fermeranno per farsi ammirare in tutto il loro splendore. Le leggenda di Bassano 2016

Leave a Comment