Napoli si tuffa nel passato

L’appuntamento è in Viale Virgiliano, laddove la mitica gara si svolgeva, il primo di maggio. Per comprendere il fascino di questa manifestazione occorre partire dal 1934 quando il Gran Premio di Napoli nacque, con la denominazione “Coppa Principessa di Piemonte di Casa Savoia”, in onore di Maria Josè del Belgio, e nel 1938 assunse il nome di “Circuito di Napoli”. La gara di velocità vera e propria, che si correva tra fine aprile e inizi di maggio, si tenne però sul tracciato di Posillipo dal 1948 al 1962, e acquisì un’importanza internazionale, diventando una delle competizioni più belle di tutti i tempi. Il primo vincitore fu Tazio Nuvolari, su Maserati 3325 cc, ma nell’albo d’oro figurano anche Alberto Ascari, vincitore di cinque edizioni, Nino Farina, Luigi Musso, Luigi Villoresi. Vi partecipò anche Juan Manuel Fangio ma non riuscì mai a vincere. Tra pochi giorni, a dar vita alla rievocazione organizzata dal Classic Car Club di Napoli, ci saranno oltre 100 le vetture. Soddisfatto, il presidente Giuseppe Cannella: “Per il Classic Car Club Napoli, la “Rievocazione Storica del Gran Premio di Napoli” è qualcosa di assolutamente speciale, sia per la gioia di celebrare una gara che ha reso alla nostra città, e a tutta la Campania, onori e prestigio ma anche perché sancisce, da ben 19 anni, il nostro attaccamento al territorio nel quale questa manifestazione ha radici profonde”. info@classicarclubnapoli.it www.classiccarclubnapoli.it

Gran Premio di Napoli

Leave a Comment