Primo convegno mezzi agricoli d’epoca nel meridione d’Italia

C’erano molti scettici tra gli appassionati di auto e moto d’epoca intervenuti a Benevento lo scorso 22 febbraio presso la struttura museale “Musa”. Per molti di loro andare ad un convegno di mezzi agricoli sarebbe potuto essere non tanto allettante; ma questa volta, al contrario delle previsioni, la struttura che ci si è trovati di fronte ha lasciato letteralmente esterefatti i presenti.I mezzi agricoli esposti all’interno della struttura museale, recavano ben in evidenza le proprie specifiche tecniche, così come da sempre ogni buon organizzatore cerca di fare nelle manifestazioni. L’iniziativa molto curata nei particolari, cosi come la struttura museale perfettamente organizzata da un punto di vista storico e logistico, ha lasciato i presenti meravigliati e compiaciuti allo stesso tempo. Gli organizzatori dell’evento Luigi Giangregorio e Pietro Piacquadio, rispettivamente presidenti del club Automoto Club Storico Antico Sannio di Benevento e dell’Autoclub Storico Dauno di Foggia, sono riusciti ad organizzare un convegno in una struttura veramente valida, e forse anche se ai piu’ sconosciuta, sicuramente degna di essere conosciuta e visitata da tutti gli appassionati di motorismo storico. Il presidente dell’ASI Roberto Loi insieme agli organizzatori ed i qualificati relatori hanno percorso con interesse l’itinerario all’interno della struttura, ammirando trattori delle più svariate marche costruite e provenienti non solo da diversi paesi europei ma anche dagli Stati Uniti. Nella mattinata i partecipanti si sono ritrovati nella sala convegni dove tra immagini proiettate di filmati d’epoca, gli illustri relatori hanno trattato temi molto interessanti, polarizzando l’attenzione del pubblico. Molto apprezzati sono stati gli interventi del presidente dell’ASI Roberto Loi, nonché del presidente della Commissione Nazionale M.A.& I. Mino Faralli e del dott. Carmine Nardone, presidente di “Futuridea – Innovazione utile e sostenibile”, i quali hanno mantenuto un altissimo livello di interesse tra il pubblico per tutta la durata dei lavori. Hanno chiuso il convegno Luigi Giangregorio e Pietro Piacquadio ringraziando per la presenza gli intervenuti e preannunciando nuove iniziative in futuro a sostegno della conservazione degli aspetti storici e culturali dei mezzi agricoli, nonché della storia che essi hanno contribuito a dare a tutte le popolazioni e specialmente nel mezzogiorno d’Italia.

Leave a Comment