Rivista La Manovella

La Manovella

La Manovella rivista ufficiale dell'ASI

Per dialogare con i propri Tesserati e per dare maggior eco possibile alle proprie iniziative, l’Automotoclub Storico Italiano è particolarmente attivo anche nel settore della comunicazione. Il primo strumento divulgativo di ASI è il magazine “La Manovella”, che ha origini addirittura precedenti alla fondazione dell’Ente, essendo nato nel 1961 come organo ufficiale del Veteran Car Club Italia.

Negli anni, la rivista ha modificato la sua linea editoriale e anche la sua veste grafica in funzione della crescita e del cambiamento dell’ASI. La Manovella diffonde la cultura e contemporaneamente tiene informati i lettori su quanto avviene nell’ambito della Federazione. La sua tiratura la pone ai vertici internazionali dell’editoria del settore e nettamente al primo posto in ambito nazionale.
Dal 2009 è operativa la società ASI Service srl, con l’Automotoclub Storico Italiano come socio unico, che ha come unici scopi la promozione, l’acquisizione e la gestione di ogni attività connessa con la conoscenza, la valorizzazione e lo sviluppo del motorismo storico, sia in Italia sia all’estero.

In questo numero si parla di...

LEGGI LA MANOVELLA DI NOVEMBRE!

IN QUESTO NUMERO…

Molti l’hanno definita la più bella automobile di sempre. Il suo è sicuramente un mito immortale che trae origine da una lunga e vittoriosa esperienza nelle competizioni. Ecco com’è nato il mito della Jaguar E-Type!

Giovanni Michelotti: una storia narrata dalle sue opere. L’Automotoclub Storico Italiano conclude le celebrazioni del centenario dalla sua nascita con questo ritratto pubblicato sulla Manovella.

Addio a Ninni Vaccarella, l’ultimo eroe di un’epoca magica, vincitore di tre Targa Florio. Più volte Enzo Ferrari lo aveva inviato a stabilirsi a Modena per avere con un lui un rapporto continuativo. Ma Vaccarella era troppo legato alla sua terra, alla sua vita libera… Nella foto è in corsa al Circuito del Mugello 1970 su Abarth 2000.

La piccola di Mandello si chiama Moto Guzzi P175, entrata a gamba tesa nel mercato delle cilindrate minori a cavallo degli anni ’20 e ’30 del secolo scorso. Ha ottenuto un buon successo, proponendo una motocicletta che nulla aveva da invidiare alle sorelle maggiori. Ultima puntata dedicata ai 100 anni Moto Guzzi!

Ancora un approfondimento sulle vetture Fiat da Gran Premio realizzate fino alla seconda guerra mondiale. Con l’introduzione dei motori sovralimentati, avvenuta a partire dal 1922 con la modifica dei regolamenti internazionali, la Fiat si presenta con la 805. Le Alfa Romeo P2 e le Bugatti sembrano avere subito la meglio, ma la casa torinese sarà pronta a scrivere un ulteriore, importante capitolo…